domenica 26 agosto 2012

Un Kebab contro gli abusi dello stato - AGGIORNATO

Gentile Sig. Monti, apprendo da lei, che il primo problema dell'Italia, quello per cui onesti artigiani e anche dipendenti che hanno perso il lavoro si tolgono la vita (scusi la demagogia, ma ha incominciato lei), sarebbe l'evasione fiscale. Chi se ne frega se lei per primo sta incrementando gli sprechi di denaro estorto ai cittadini coi noti metodi di Equitalia, al di là di ripetutamente annunciati tagli, di dimensioni peraltro risibili. Lei ci dice che la prima rovina dell'Italia sarebbe l'evasione fiscale, e che sta conducendo una guerra contro questa piaga. Mi sembra di capire che in quanto guerra, lei e tutti gli organi dello stato che lei degnamente indirizza ed ispira, vi sentite autorizzati ad utilizzare tutti i mezzi, in primis quelli sleali. Tipo quello che potete leggere cliccando sulla foto. Un kebabbaro di Padova, con licenza per l'asporto di pizza e kebab, si vede multato 2 volte dai vigili, per complessivi 2000 €, perchè due clienti hanno preferito consumare il prodotto all'interno del locale invece che fuori.
Lascio al lettore tutti i commenti. I miei temo che sarebbero troppo pittoreschi per le sue sobrie orecchie.
Se questo è il modo in cui uno stato (ministeri, provincie, regioni, comuni, enti vari) incapace di tagliare i propri sprechi, intende fare cassa, beh sappia che i cittadini contribuenti non intendono subire oltre questi soprusi.
Giovedì 30 Sabato 1 sera faremo un gesto dimostrativo, ironico, come è nella natura di noi pericolosi liberisti: il Tea Party invita tutti i cittadini che non condividono queste rapine di stato a mangiare un kebab, nel locale di Via del Santo, a Padova. Basta paralizzare l'attività di chi investe e rischia in proprio con le pretese di una burocrazia ottusa. Basta trattare i cittadini con metodi polizieschi degni delle peggiori dittature medio-orientali. Basta incrementare il già spropositato gettito fiscale con ispezioni fiscali che nella migliore delle ipotesi bloccano l'attività lavorativa di negozi ed imprese.
Chiunque vuole sapere se ci sono altri modi, più sensati, di ridimensionare il debito pubblico e rimettere a posto i conti dello stato, è invitato a venire a fare due chiacchiere di persona.
Buon Kebab e Coca Cola a tutti!

AGGIORNAMENTO - Il Kebab di protesta è posticipato a SABATO 1 SETTEMBRE, scrivere a teapartyveneto@hotmail.it per informazioni