martedì 8 gennaio 2013

La petizione di Contantelibero.it supera le 7.000 firme


Ha raggiunto e superato le 7.000 firme, in meno di 7 giorni, la petizione lanciata da 30 blog italiani, per impegnare chiunque vincerà le prossime elezioni a lasciare libero l'uso del denaro contante: sotto l'ipocrita bandiera della lotta all'evasione, si sta attuando un furto ai danni dei cittadini: nel mondo "ideale" in cui si usano solo carte di credito, a cui eminenti giornalisti mirano, le banche guadagneranno una commissione per qualsiasi acquisto farete, fosse anche un pacchetto di chewingum. Sarete obbligati a pagare le spese di un conto corrente pure se non avrete uno stipendio fisso, lo stato potrà imporvi senza che possiate opporvi QUALSIASI prelievo fiscale, anche il 100% dei vostri averi, e per un semplice guasto potreste non essere n grado di comprare anche solo un panino. 
Il tutto senza raggiungere quella "tracciabilità" che dovrebbe rendere impossibile evasione o corruzione: le mafie internazionali continueranno a farsi i loro bonifici estero su estero, e le mafie nazionali continueranno ad imporre ai politici gli appalti alle loro aziende, pagate con tracciabilissimi bonifici. 
Se non volete questo futuro, firmate su Contantelibero.it e diffondete "il verbo". State difendendo il vostro denaro e la vostra libertà!