martedì 4 dicembre 2012

Oybò! Mi hanno mandato 2 calzini diversi...


Proprio così! Il fatto è che Oybò è un'azienda giovanissima, tutta italiana, che produce solo calzini "scoordinati"... o "untuned socks for smart feet", come recita il loro motto.  Il loro sito è un piccolo gioiello di semplicità, stile e usabilità, e anche il loro blog merita una visita. E grazie ad uno dei fondatori, quella specie di elfa di Eusebia Lupu Berlaud, che mi prende in giro per le giacche troppo grandi, eccomi qui pronto a provare i calzini Oybò...
...che arrivano in un elegante pacchetto di cartoncino...


...con davanti il logo simbolo del marchio, e dietro una dedica e le istruzioni...


Anche l'interno del pacchetto è elegante e curato, e questo è il modello inviatomi: TA-TAAAA: Electric Picnic...


...base blu elettrico, che cambia tonalità a seconda della luce... ed eccoci pronti a infilarli...


...ovviamente si adattano e aderiscono come un guanto... eccoli sui miei atletici (come no...) arti inferiori... pronti per essere provati... ad esempio con l'abbigliamento da matrimonio, o da evento aziendale serio, con l'abito blu e la cravatta della Bocconi... per dare un tocco di turbolibberismo alla Oscar Giannetto...


...o all'estremo, il mio abbigliamento rilassato di tutti i giorni, pantaloni e scarpe sportive, per correre al bar a leggere la gazzetta...


...per non parlare del mio (no, la parola outfit non la uso neanche morto) abbigliamento tipico per gli incontri coi clienti: jeans aderenti, scarpa fighetta, camicia bianca e appunto le giacche troppo grandi di cui sopra...


...e poi vogliamo parlare di quando ci si copre abbondantemente perchè fuori nevica, tipo stamattina, e allora si tirano fuori i pantaloni pesanti chiari e gli scarponcini? Con questo look, il calzino untuned, è la morte sua!

Niente da dire, proprio una bella invenzione i calzini scoordinati... e una bella idea regalo per i vostri amici, se sono brillanti e ironici... 


Se queste foto non vi fossero bastate, cosa che sarebbe peraltro inspiegabile, potete vedere la gallery completa della "prova su strada" su Flickr...